Skip to main content

Implantologia


Impianto dentale

Impianto dentale

Impianto dentale
Gli impianti dentali sono dispositivi medico chirurgici che si utilizzano per sostituire uno o più denti mancanti, come se fossero radici artificiali inserite direttamente nel tessuto osseo mandibolare o mascellare e sulle quali vengono applicati i denti protesizzati.
La radice meccanica è realizzata in titanio, materiale totalmente biocompatibile e ideale per il processo biologico di osteointegrazione, ossia l’unione tra l’osso e l’impianto.
Un impianto solitamente si compone di tre parti distinte:
Vite endossea: l’elemento più importante di ogni impianto. Si tratta di una vite filettata in titanio di forma conico-cilindrica che viene inserita nell’osso e che, dopo il processo di osteointegrazione, diverrà il punto cardine per la solidità e stabilità dell’intero impianto.
Abutment: l’elemento di raccordo tra la vite e la protesi dentaria, è la porzione dell’impianto più a stretto contatto con la mucosa gengivale.
Protesi dentaria: la parte esterna dell’impianto ossia quella che si vedrà all’interno della bocca e che acquisirà quanto più possibile la forma del dente originale.
Vantaggi degli impianti.
I vantaggi degli impianti dentali rispetto ai tradizionali trattamenti in caso di mancanza di uno o più denti sono molteplici:
Possono sostituire uno o più denti, fino ad arrivare a sostituire una intera arcata replicando tutte le funzionalità originali, dalla masticazione all’estetica;
Al contrario dei ponti dentali non è necessario preparare e monconizzare i denti pilastro;
Non influiscono sugli altri denti adiacenti;
Forniscono un’ottima stabilità alle ricostruzioni protesiche;
Hanno una ottima durata, a condizione di pulizia e manutenzione costanti.